Progetto Arcipelago
Dalla teoria alla pratica

Versione del 24 novembre 2002
autore: Massimo Coletti

copyright Massimo Coletti 2002

Il caso

Sperimento il modello nella realizzazione di una routine per il calcolo della disponibilità su un conto Cliente per un'operazione di Borsa.

Si tratta di un calcolo complesso, se il requisito posto è di una discreta affidabilità nell'uso real-time a mercato aperto, ed a fronte di tipologie diverse di strumenti finanziari.

1. Inquadriamo i requisiti

Iniziamo a rappresentare le "interfacce esterne" del sistema che vogliamo realizzare:

Il front-end del nostro sistema di negoziazione inoltrerà la richiesta, ed iniziamo a definirne il parametri:

          1. codice del dossier titoli
          2. codice del conto
          3. codice del titolo
          4. quantità o valore nominale
          5. prezzo limite
          6. segno

La risposta che ci attendiamo è solo un si/no, eventualmente con una motivazione per il no.

Come viene determinata la capienza?
Costruiremo tale algoritmo per gradi, in modo da verificare anche l'effettiva capacità del modello a subire modifiche anche profonde.

Nel caso di acquisto di un titolo "semplice" (coma un'azione o un bond), si deve semplicemente controllare se la liquidità alla data di regolamento dell'operazione è sufficente a coprire il controvalore presunto dell'ordine.

Il narrative del processo può essere il seguente:

 

           

2. Infrastruttura di comunicazione

Ora, dato che stiamo "iniziando" a disegnare l'applicazione, dobbiamo quindi disegnare l'infrastruttura di comunicazione fra i componenti: per ora stiamo in fase prototipale, quindi posso benissimo connettere i componenti mediante semplici chiamate fra oggetti java. Per rappresentare anche l'intrinseca asincronicità del modello, faremo in modo che ogni componente giri in un thread separato, in un altro thread opera il controller, in un altro il router.