Linking XBRL Contexts to manage Financial Reports

my XBRL

Abstract

English

A complete financial report expressed using XBRL requires in many cases different contexts in order to organize all the required information:

  • a different context for every significant instant (period end, period start, previous periods, etc.);

  • one or more “duration” contexts;

  • one context for facts valid “forever”.

Moreover, XBRL standard doesn't constrain the context id, that can be freely coded by the instance creator.

This paper describes the problem of a standardization of context data in XBRL instances, for the purpose of describing the accounting periods of the reporting entity.

I suggest a possible approach, that is compliant to XBRL 2.1 and FRTA, and could be applied to existing taxonomies without the need of extensions.

Italiano

Un report finanziario codificato usando XBRL, richiede, in molti casi, la presenza di diversi contesti per organizzare le informazioni richieste:

  • un contesto diverso per ogni data significativa (fine periodo, inizio periodo, fine periodi precedenti, ecc.);

  • uno o più contesti per le duration;

  • un contesto per i fatti con validità permanente.

Lo standard XBRL non pone alcun vincolo sulla scelta dell'id per il contesto, che può essere codificato liberamente dal creatore dell'istanza.

Questo documento descrive il problema della standardizzazione dei dati di contesto nelle istanze XBRL, con lo scopo di descrivere i periodi contabili dell'entità che ha prodotto il report.
Viene suggerito un possibile approccio, compatibile con lo standard XBRL 2.1 e la FRTA, che può essere applicato alle tassonomie esistenti, senza richiedere la loro estensione.

Documento

Data
August 30, 2005
Formati
pdf
Licenza
Copyright 2005, M. Coletti
Autore
M.Coletti